sostienici noi

Un contributo volontario per sostenere chi, come Noi Caserta, sta cercando di cambiare il modo di fare informazione in provincia di Caserta. È su queste basi che abbiamo deciso di lanciare il "crowd funding", grazie al quale i nostri lettori, potranno finanziarie le inchieste, i reportage, le interviste che quotidianamente offriamo gratuitamente.

Una rivoluzione che mira, soprattutto, a dare sostegno a chi, come noi, ha deciso di dedicare la propria vita per permettere a tutti di essere sempre aggiornati, 24 ore su 24, su ciò che accade su tutto il territorio della provincia di Caserta.

Anche tu puoi aiutarci ad avere un`informazione dalle "mani libere" e rendere ancora più forte la nostra indipendenza utilizzando il tasto sottostante “donazione”. Il tutto nella massima sicurezza , utilizzando il circuito di transazione garantito PayPal.

Bastano pochi click per essere liberi.

1.Non ho Paypal e non voglio usare carta di credito. Come faccio a sostenervi?

Se non sei in possesso di un conto paypal e non hai una carta di credito (o preferisci non usarla), invia il tuo contributo è ugualmente semplice ed immediato.

Ti basterà infatti effettuare un bonifico a "Associazione Arsenali Culturali"
IBAN IT 19 E 07601 14900 001008836833

2.Ci sono cifre massime o minime che si devono donare?
La donazione è libera.
Ognuno può donare secondo le sue possibilità
3.La donazione è anonima?
Si, se si sceglie di rimanere anonimi.
No. se lo si sceglie e successivamente verrà inserito in un elenco pubblico dei donatori.
4.Come verranno impiegate le donazioni?
Serviranno per sostenere le spese per far crescere l`informazione di noi.caserta.it, e retribuire coloro che vi lavorano.
Per qualsiasi alro chiarimento, scrivi a
crowdfunding@noi.caserta.it
Carabiniere ucciso, preso il basista della banda: è Antonio Mastropietro di Maddaloni. Guarda le foto
Immagine Carabiniere ucciso, preso il basista della banda: è Antonio Mastropietro di Maddaloni. Guarda le foto MADDALONI - I carabinieri hanno fermato anche l'ottavo componente della banda che, sabato scorso, durante una rapina in una gioielleria a Maddaloni ingaggiò un conflitto a fuoco con i militari dell'Arma. Nella sparatoria l'appuntato dei Carabinieri Tiziano Della Ratta rimase ucciso e il maresciallo Domenico Trombetta ferito. L'arrestato è Antonio Mastropietro, 44enne di Maddaloni. Secondo i carabinieri del comando provinciale di Caserta che lo hanno arrestato sarebbe il basista della banda, colui che ha dato le informazioni necessarie sulla gioielleria da assaltare. L'uomo è accusato di concorso in tentata rapina, porto e detenzione di armi da fuoco clandestina e ricettazione. Mastropietro è l’ultimo arrestato del commando che ha fatto irruzione nella gioielleria di Maddaloni. Questi gli altri arrestati: Antonio Iazzetta, 21 anni; Antonio Capone, 39 anni; Paolo Braucci, 25 anni; Rosario Esposito Nuzzo; Giuseppe De Rosa; Vincenza Gaglione; Angelo Covato. Inoltre, da fonti investigative, la raffica di arresti non sembra essere arrivata a termine. Vi sarebbe un nono componente della banda ricercato dalle forze dell'ordine, anch'egli della provincia di Napoli.