mashette
sostienici noi

Un contributo volontario per sostenere chi, come Noi Caserta, sta cercando di cambiare il modo di fare informazione in provincia di Caserta. È su queste basi che abbiamo deciso di lanciare il "crowd funding", grazie al quale i nostri lettori, potranno finanziarie le inchieste, i reportage, le interviste che quotidianamente offriamo gratuitamente.

Una rivoluzione che mira, soprattutto, a dare sostegno a chi, come noi, ha deciso di dedicare la propria vita per permettere a tutti di essere sempre aggiornati, 24 ore su 24, su ciò che accade su tutto il territorio della provincia di Caserta.

Anche tu puoi aiutarci ad avere un`informazione dalle "mani libere" e rendere ancora più forte la nostra indipendenza utilizzando il tasto sottostante “donazione”. Il tutto nella massima sicurezza , utilizzando il circuito di transazione garantito PayPal.

Bastano pochi click per essere liberi.

1.Non ho Paypal e non voglio usare carta di credito. Come faccio a sostenervi?

Se non sei in possesso di un conto paypal e non hai una carta di credito (o preferisci non usarla), invia il tuo contributo è ugualmente semplice ed immediato.

Ti basterà infatti effettuare un bonifico a "Associazione Arsenali Culturali"
IBAN IT 19 E 07601 14900 001008836833

2.Ci sono cifre massime o minime che si devono donare?
La donazione è libera.
Ognuno può donare secondo le sue possibilità
3.La donazione è anonima?
Si, se si sceglie di rimanere anonimi.
No. se lo si sceglie e successivamente verrà inserito in un elenco pubblico dei donatori.
4.Come verranno impiegate le donazioni?
Serviranno per sostenere le spese per far crescere l`informazione di noi.caserta.it, e retribuire coloro che vi lavorano.
Per qualsiasi alro chiarimento, scrivi a
crowdfunding@noi.caserta.it
I dipendenti dell'Equitalia di Caserta "sotto attacco globale". Crisci (Cisl) in soccorso: «Colpa delle tasse alte»
Immagine I dipendenti dell'Equitalia di Caserta CASERTA - La paura cresce e, col passar dei giorni, anche le preoccupazioni. E stavolta a temere sono gli stessi dipendenti dell'Equitalia di Caserta che stanno manifestando una certa difficoltà a continuare nella loro vita lavorativa senza avere le spalle sicure. I continui attacchi mirati contro le sedi sparse in tutta Italia, hanno aumentato i timori anche in provincia di Caserta. Al punto che Carmine Crisci, segretario generale della Cisl si è spinto a scrivere una lettera aperta ai dipendenti degli uffici casertani per manifestare tutta la propria solidarietà. «Voglio esprimere a Voi, e per il vostro tramite ai nostri iscritti e ai lavoratori tutti di Equitalia la solidarietà e la vicinanza della CISL di Caserta per i gravi attacchi di cui siete fatti oggetto. L’accanimento contro Equitalia è la dimostrazione che coloro che evadono, eludono ed erodono il fisco temono misure tendenti a conquistare risultati certi sul piano della lotta all’evasione fiscale in Italia, la più alta tra i Paesi europei. Questo accanimento è il frutto di un clima pesante e torbido, alimentato da chi nel recente passato ha irresponsabilmente mostrato “comprensione” verso gli evasori; da un certo giornalismo che incita alla rivolta fiscale utilizzando e strumentalizzando in maniera populistica e demagogica le difficoltà in cui versano i cittadini in questa fase di crisi; da quanti, infine, per interessi inconfessabili, sperano di demolire il servizio pubblico di esazione per tornare alle agenzie private. Di vero c’è al contrario che la pressione fiscale è diventata ormai insostenibile ed essa colpisce in maniera particolare i lavoratori, i pensionati, coloro cioè che sono tassati alla fonte, e le imprese; ed è diventata tale anche perché il livello di evasione ha raggiunto un tasso ormai intollerabile».