sostienici noi

Un contributo volontario per sostenere chi, come Noi Caserta, sta cercando di cambiare il modo di fare informazione in provincia di Caserta. È su queste basi che abbiamo deciso di lanciare il "crowd funding", grazie al quale i nostri lettori, potranno finanziarie le inchieste, i reportage, le interviste che quotidianamente offriamo gratuitamente.

Una rivoluzione che mira, soprattutto, a dare sostegno a chi, come noi, ha deciso di dedicare la propria vita per permettere a tutti di essere sempre aggiornati, 24 ore su 24, su ciò che accade su tutto il territorio della provincia di Caserta.

Anche tu puoi aiutarci ad avere un`informazione dalle "mani libere" e rendere ancora più forte la nostra indipendenza utilizzando il tasto sottostante “donazione”. Il tutto nella massima sicurezza , utilizzando il circuito di transazione garantito PayPal.

Bastano pochi click per essere liberi.

1.Non ho Paypal e non voglio usare carta di credito. Come faccio a sostenervi?

Se non sei in possesso di un conto paypal e non hai una carta di credito (o preferisci non usarla), invia il tuo contributo è ugualmente semplice ed immediato.

Ti basterà infatti effettuare un bonifico a "Associazione Arsenali Culturali"
IBAN IT 19 E 07601 14900 001008836833

2.Ci sono cifre massime o minime che si devono donare?
La donazione è libera.
Ognuno può donare secondo le sue possibilità
3.La donazione è anonima?
Si, se si sceglie di rimanere anonimi.
No. se lo si sceglie e successivamente verrà inserito in un elenco pubblico dei donatori.
4.Come verranno impiegate le donazioni?
Serviranno per sostenere le spese per far crescere l`informazione di noi.caserta.it, e retribuire coloro che vi lavorano.
Per qualsiasi alro chiarimento, scrivi a
crowdfunding@noi.caserta.it
Il Pdl di Capua: 'Il gassificatore deve essere costruito a Napoli e Salerno'
Immagine Il Pdl di Capua: 'Il gassificatore deve essere costruito a Napoli e Salerno' CAPUA - "O il consigliere Ricci o non sa leggere,  oppure, quando si tratta del gassificatore di Capua perde la lucidità utile ad interpretare concetti anche elementari".  Lo hanno detto i consiglieri PdL di Capua Carmela Del Basso, Salvatore Caruso ed il portavoce del coordinamento cittadino, Antonio Minoja che aggiungono. “Il presidente del Consiglio regionale, Paolo Romano- spiegano- ha auspicato una rivisitazione del piano regionale dei rifiuti, necessaria a seguito della forte riduzione, pari al 40%, della loro produzione. In Campania, c'é bisogno di costruire due termovalorizzatori, uno a Napoli ed un altro a Salerno che serva le restanti province. Ulteriori impianti, tra cui il gassificatore di Capua, sono ormai superati. É chiaro anche per un bambino- aggiungono- che una forte riduzione della produzione dei rifiuti rende inutile molti degli impianti preventivati sulla base di dati diversi. Il gassificatore di Capua é uno di questi, ma Ricci e Antropoli sembrano proprio non volersene accorgere, probabilmente perché, più che ai cittadini, l'impianto gioverebbe a loro.  Per escludere la malafede- concludono Del Basso, Caruso e Minoja- dovremmo pensare che, alla loro incapacità amministrativa, si aggiungono lacune mai colmate fin dalla scuola elementare e, francamente, ci sembra inverosimile".